Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Pillole di…’ Category

20130727-102836.jpgSneocd uno sdtiuo dlel’Untisverià di Cadmbrige, non irmptca cmoe
snoo sctrite le plaroe, tutte le letetre posnsoo esesre al pstoo sbgalaito,
è ipmtortane sloo che la prmia e l’umltia letrtea
saino al ptoso gtsiuo, il rteso non ctona.
Il cerlvelo è comquune semrpe in gdrao di decraifre tttuo qtueso coas,
pcheré non lgege ongi silngoa ltetrea, ma lgege la palroa nel suo insmiee….vstio?

Annunci

Read Full Post »

20130720-134635.jpgDue sedie, vuote. Disposte trasversalmente l’una rispetto all’altra.
La sedia di Van Gogh, in legno e paglia giallo fieno è su un pavimento di mattoni rossi, in stile povero, modesta alla luce del giorno.
La sedia di Gauguin, rosso e verde, più ricercata con i manici, e sembrerebbe più confortevole, si trova nella penombra notturna.
Le due sedie si guardano, comunicano e sembrano costituire una unità.
Allo stesso tempo potrebbero darsi le spalle, essere il giorno e la notte e non avere nessuna relazione.
Sopra di esse oggetti quotidiani, pronti all’uso di chi, stanco, si siederà per riposare. Oggetti che segnano una presenza di solitudine, la presenza/assenza di una amicizia vera tra i due artisti.
In questo senso la sedia vuota diventa metafora di abbandono.
Il forte legame che unisce i due artisti, rottosi con la partenza di Gauguin e con il crollo nervoso di Van Gogh, è visibilmente reso angoscioso dal “suo posto vuoto”.
Il posto vuoto è il segno di una profonda ferita che diventa il riflesso della propria esistenza personale, che si compirà fino alla follia del suicidio.
Ho sempre amato l’arte e la sua profonda, intima e nascosta mediazione con la realtà.
Ogni “racconto”, che può essere un quadro, una scultura, una litografia, uno schizzo…… non è mai a caso. Parte dall’animo, dal profondo, e spesso, come nel caso di Van Gogh, dal tentativo di medicare ferite interiori.
Ecco perché una grande opera nasce quasi sempre da un sofferenza, che sia fisica, interiore, psicologica, dell’anima, o d’amore.

Read Full Post »

20130710-174205.jpgA tutti coloro che hanno un account su Twitter segnalo questa bellissima iniziativa proposta da @insopportabile (chi naviga in quelle acque non può non conoscerlo) sulla scia delle classiche notti bianche tradizionali nelle maggiori città italiane, #nottebiancaTW per diffondere la cultura anche attraverso un tweet. La notte in questione è proprio questa del 10 luglio. Chiunque può contribuire con qualsiai mezzo a disposizione, foto, poesie, racconti, disegni, letture, cucina, arte…..
Anche io parteciperò e ho pensato di utilizzare hashtag #NBTWdisegni e proporre una serie di miei ritratti 2.0 di grandi uomini di ieri che hanno contribuito alla diffusione della cultura a 360′ firmati naturalmente #5vmArt.

È stata un successo e vedere citatai i miei ritratti su corriere.it cultura… È davvero appagante.
QUI L’ARTICOLO

Read Full Post »

20130624-211432.jpgCi sono situazione nella vita che ti lasciano l’amaro in bocca, non serve avere esperienze disastrose per accorgersene. Sto parlando di piccoli fatti a cui magari sto dando peso solo io.
Niente di così sconvolgente quindi, sia chiaro, ma comunque gesti, o meglio non gesti, non parole che pensavi fossero se non necessarie, almeno dovute come segno di riconoscenza e gratitudine.
Credo sia questione di stile, non di altro proprio perché stiamo parlando di inezie su cui potrei benissimo sorvolare.
Ma lo stile, e non intendo quello visibile dato da una sobrietà esteriore a 360′, quanto quello dell’essere, non è da tutti.
Ci si inganna facilmente attenzione, ma il mondo è pieno di persone che sanno solo prendere là dove in quel preciso istante possono attingere, per poi girare velocemente pagina e prendere da altra parte. Legittimo sia chiaro, ma una certa chiarezza (e bastava dire la verità), un semplice grazie per quello che era stato, secondo me sarebbe bastato.

Read Full Post »

Ed ecco per intero le 4 pagine dedicate agli adolescenti su Top Salute di maggio con il mio contributo

20130530-193823.jpg

20130530-193839.jpg

Read Full Post »

20130523-100330.jpgRingrazio Federica Sole della redazione delle LNM per questa bella intervista che mi ha fatto. Mi ha dato l’occasione per rispolverare quella buona teoria che troppo spesso dimentichiamo. Ha letto il mio libro e ne ha tratto alcune domande che hanno richiesto tutta la mia concentrazione per rispondere nel miglior modo possibile.

Il libro è attualmente fuori produzione. Il contratto con la Red è concluso, pertanto, non si trova in nessuna libreria, ma sto lavorando per poterlo rieditare e sto pensando anche ad una versione ebook. Per ora accontentatevi di qualche contenuto, presto, spero, di ripubblicarlo per condividere con chi vorrà questo fantastico viaggio che è crescere con i figli adolescenti.

Read Full Post »

20130517-140741.jpgPer una efficace comunicazione ci vuole la volontà e la motivazione.

La comunicazione in caso di mancata volontà e motivazione è una comunicazione falsa, o comunque inefficace e sterile, o semplice comunicazione oggettiva (che ore sono? Le 5).
Nella comunicazione è la logica dello scambio che deve prevalere rispetto alla logica del possesso.

La comunicazione come sfida è un errore comunicativo, cercare sempre il colpevole (chi è stato? perché è successo?) non facilita lo scambio, e con i figli, per prima cosa, noi cerchiamo, vogliamo, abbiamo bisogno dello scambio.

L’unica certezza è che NON SI PUO’ NON COMUNICARE.

Il mio articolo per intero sulle LNM

Read Full Post »

Older Posts »